Open Source Ecology: l’agricoltura vista dai makers


The Never Ending Quackery

Open Source Ecology: l’agricoltura vista dai makers

(da lastampa.it)

“Trattori fai dai te e macchinari per la coltivazione realizzati con progetti open source: ecco i prodotti dell’organizzazione nata negli Stati Uniti e che ha conquistato anche l’Italia con il suo approccio farmer 2.0”

Certamente, fatelo, in fretta, ogni piccolo paese di campagna deve avere questa capacita’, e vi serve per lo meno un chimico capace di produrre biocarburanti, non e’ necessario usare cibo come fanno gli imbecilli, c’e’ tanto materiale inutile organico in campagna che puo’ essere utilizzato per lo scopo.

Il cibo eccedente, vendetelo, se non si vende, inscatolatelo, fate concentrati, preparatevi le vostre riserve di guerra, anche di acqua sana, tutti i paesi di campagna dovrebbero avere piccoli pozzi artesiani autonomi, (si usano le stesse trivelle petrolifere, e motori elettrici,) pescando molto in profondita’, per evitare gli strati inquinati.

View original post

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s